Guida Come fare uno screenshot rapidamente

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Apr 26, 2016
112
1
18
Foggia
#1
Lo screenshot é semplicemente una foto dello schermo: in inglese screen vuol dire schermo e to shot scattare, scattare una foto. Certo, si può anche prendere il cellulare e scattare una foto dello schermo del computer, poi scaricarla dove si desidera, magari postarla ovunque si voglia.

In realtà per screenshot si intende qualcosa di meglio: un’immagine dello schermo presa dal computer stesso. In fin dei conti quello che vedete sullo schermo è già un’immagine, anzi è un’immagine digitale ed è il vostro computer che la contiene già. Ecco che invece di “scattare la foto” dello schermo che verrebbe quasi sicuramente degradata, a meno che non siate particolarmente bravi nell'arte della fotografia, vale la pena di usare un software che, nel vostro computer, acchiappa l’immagine che vedete sullo schermo e la copia da qualche parte.

Ma come si fa? Fra le tante operazioni possibili lo screenshot è una di quelle più a portata di mano, anzi di tasto, perché sulle tastiere dei PC c’è un tasto apposta per questo: il tasto Stampa. Attenzione però: le tastiere sono tutte simili ma non uguali, almeno per quanto riguarda i PC.

Posso mostrarvi due varianti del tasto Stamp:

dscf0239_lzn_acer.jpg


dscf0240_lzn_toshiba.jpg

Nell’ultimo esempio il tasto è addirittura sdoppiato in due rispetto agli altri computer: Stamp è diventato PRTSC (PRINT SCREEN)mentre R Sist è diventato SYSRQ.

Quando si preme il tasto Stampa sembra che non succeda nulla perché Windows non dice nulla. In realtà l’immagine è stata copiata negli Appunti (Clipboard), ovvero quella memoria volante nella quale si possono appoggiare informazioni per trasferirle da un’applicazione ad un’altra – per esempio quando si fa il “copia-incolla” con le combinazioni di tasti Ctrl-cCtrl-v. Quindi una volta premuto Stampa, ci dovete credere e dovete andare a “incollare” da qualche parte l’immagine usando la combinazione Ctrl-v. Naturalmente se fate subito Ctrl-v e magari avete aperto qualcosa che può accettare solo testo, allora non succede nulla lo stesso: non potete spacciare un’immagine dove ci si aspetta testo.

La cosa più immediata che potete fare è aprire l’applicazione standard per la manipolazione delle immagini di Windows: Paint, che si può raggiungere attraverso Avvio -> Tutti i programmi -> Accessori -> Paint. Qui potete arricchire lo screenshot con annotazioni varie e salvare l’immagine nel formato che volete – tutte cose su cui capiterà di ritornare, per ora basta questo.

Variante: se tenete premuto Alt quando battete Stampa (combinazione Alt-Stamp) allora il sistema copia negli Appunti solo il contenuto della finestra attiva.

Nei sistemi Windows più recenti esiste un’alternativa più articolata, un’applicazione dedicata proprio alla cattura di immagini dallo schermo: lo Strumento di cattura (Snipping tool), molto facile da usare. Per aprire lo Strumento di cattura, seleziona il pulsante Start, digita Strumento di cattura e quindi selezionalo nei risultati della ricerca.

Per creare uno screenshot, seleziona Nuovo, quindi seleziona la parte della schermata che vuoi catturare. Puoi scegliere di creare catture in formato libero, rettangolari, di finestra o di schermo intero usando la freccia sul pulsante Nuovo.
snippingtool-men%C3%B91.jpg

Dopo aver creato la cattura puoi disegnarci sopra con le penne predefinite, salvarla, copiarla o inviarla tramite e-mail.

Ma che differenza c’è tra il tasto Stampa e lo Strumento di cattura?
Il primo permette di fare screenshot in maniera istantanea, ma richiede poi qualche secondo in più per salvarli (bisogna incollare lo screenshot su qualche programma che accetti immagini); Il secondo invece richiede più tempo per fare lo screenshot (bisogna prima avviare il programma e selezionare l’area voluta) ma permette di salvare l’immagine in maniera rapida una volta selezionata l’area voluta.
Il tasto Stampa e la combinazione Alt-Stampa svolgono la stessa funzione ma il sistema si comporta in modo un po’ più carino, aprendo una finestra dove si può decidere se copiare l’immagine negli Appunti oppure in un file del quale si possono scegliere subito il nome e la localizzazione.

Ci sono vari altri modi. Cito solo quello “all’altro estremo”, preferito da chi ama controllare la Macchina scrivendo comandi espliciti, piuttosto che cliccando icone.

Si tratta di usare i tool della suite ImageMagick che consentono di fare operazioni su immagini dalla riga di comando, appunto. Per chi usa distribuzioni basate su Debian, tipo Ubuntu ma non solo:

· Verificare se nel proprio sistema esiste il package ImageMagick, ed eventualmente installarlo: sudo apt-get install imagemagick
· Poi per importare una sezione rettangolare dello schermo nel file di nome, che so, pippo.png: import pippo.png
Appare un cursore da trascinare per fare la selezione, una volta selezionato il rettangolo desiderato l’immagine finisce nel file pippo.png.

Il comando import ha un mare di opzioni possibili, come usuale per questi comandi. Io uso sempre questo, funziona molto bene.
Le tastiere delle macchine Apple sono un po’ diverse da quelle dei PC ma son tutte uguali fra loro. Un utente PC ci trova due tasti che non conosce: Command e Option, designati anche da due simboli caratteristici, che vedete nella figura qui sotto. I tasti Shift e Control (Ctrl) sono invece comuni alle tastiere dei PC. Tutti questi tasti vengono usati per creare combinazioni (tasti di abbreviazione, shortcut) che consentono di impartire comandi diretti al sistema operativo. Mac ne offre una gran varietà, molti più di Windows. Questo tipo di comunicazione con la macchina è molto gradito da chi ha problemi ad utilizzare interfaccia grafica e mouse – ipovisione, problemi di controllo del mouse. Nella figura è messa in evidenza la combinazione base che produce uno screenshot.
tasti_mac.jpg

Ecco l’elenco delle combinazioni relative agli screenshot:

· Command-Shift-3: esegue lo screenshot dello schermo e lo salva in un file sul desktop
· Command-Shift-4, consente di selezionare un’area, della quale fa poi lo screenshot che copia in un file sul desktop
· Command-Shift-4 poi uno spazio e click su una finestra: fa lo screenshot di quella finestra e lo copia in un file sul desktop
· Command-Control-Shift-3: esegue lo screenshot dello schermo e lo salva negli Appunti
· Command-Control-Shift-4, consente di selezionare un’area, della quale fa poi lo screenshot che copia negli Appunti
· Command-Control-Shift-4 poi uno spazio e click su una finestra: fa lo screenshot di quella finestra e lo copia negli Appunti

Da Mac OSX 10.5 in poi (Leopard) se si premono i seguenti tasti con le combinazioni Command-Shift-4 or Command-Control-Shift-4

· Spazio, congela la dimensione della regione selezionata e consente di spostarla tutta muovendo il mouse
· Shift, consente di riaggiustarre solo un lato della regione selezinoata
· Option, consente di ridimensionare la regione selezionata lasciandola ancorata al suo punto centrale

Anche nel Mac c’è un’applicazione che consente di catturare lo schermo. È Anteprima (Preview), solitamente utilizzata per visualizzare i file in formato pdf. Si esegue lo screenshot con Archivio -> Cattura immagine dallo schermo e poi si può scegliere fra una selezione rettangolare, una sola finestra o tutto lo schermo.

Grazie di aver letto la mia guida! Se hai trovato utile/interessante questa guida il tasto del "Mi piace" si trova in basso :).
Se noti errori o pensi che abbia dimenticato qualcosa non esitare a scrivermelo nelle risposte!
 
Ultima modifica di un moderatore:
#2
Lo screenshot é semplicemente una foto dello schermo: in inglese screen vuol dire schermo e to shot scattare, scattare una foto. Certo, si può anche prendere il cellulare e scattare una foto dello schermo del computer, poi scaricarla dove si desidera, magari postarla ovunque si voglia.

In realtà per screenshot si intende qualcosa di meglio: un’immagine dello schermo presa dal computer stesso. In fin dei conti quello che vedete sullo schermo è già un’immagine, anzi è un’immagine digitale ed è il vostro computer che la contiene già. Ecco che invece di “scattare la foto” dello schermo che verrebbe quasi sicuramente degradata, a meno che non siate particolarmente bravi nell'arte della fotografia, vale la pena di usare un software che, nel vostro computer, acchiappa l’immagine che vedete sullo schermo e la copia da qualche parte.

Ma come si fa? Fra le tante operazioni possibili lo screenshot è una di quelle più a portata di mano, anzi di tasto, perché sulle tastiere dei PC c’è un tasto apposta per questo: il tasto Stampa. Attenzione però: le tastiere sono tutte simili ma non uguali, almeno per quanto riguarda i PC.

Posso mostrarvi due varianti del tasto Stamp:

dscf0239_lzn_acer.jpg


dscf0240_lzn_toshiba.jpg

Nell’ultimo esempio il tasto è addirittura sdoppiato in due rispetto agli altri computer: Stamp è diventato PRTSC mentre R Sist è diventato SYSRQ.

Quando si preme il tasto Stampa sembra che non succeda nulla perché Windows non dice nulla. In realtà l’immagine è stata copiata negli Appunti (Clipboard), ovvero quella memoria volante nella quale si possono appoggiare informazioni per trasferirle da un’applicazione ad un’altra – per esempio quando si fa il “copia-incolla” con le combinazioni di tasti Ctrl-cCtrl-v. Quindi una volta premuto Stampa, ci dovete credere e dovete andare a “incollare” da qualche parte l’immagine usando la combinazione Ctrl-v. Naturalmente se fate subito Ctrl-v e magari avete aperto qualcosa che può accettare solo testo, allora non succede nulla lo stesso: non potete spacciare un’immagine dove ci si aspetta testo.

La cosa più immediata che potete fare è aprire l’applicazione standard per la manipolazione delle immagini di Windows: Paint, che si può raggiungere attraverso Avvio -> Tutti i programmi -> Accessori -> Paint. Qui potete arricchire lo screenshot con annotazioni varie e salvare l’immagine nel formato che volete – tutte cose su cui capiterà di ritornare, per ora basta questo.

Variante: se tenete premuto Alt quando battete Stampa (combinazione Alt-Stamp) allora il sistema copia negli Appunti solo il contenuto della finestra attiva.

Nei sistemi Windows più recenti esiste un’alternativa più articolata, un’applicazione dedicata proprio alla cattura di immagini dallo schermo: lo Strumento di cattura (Snipping tool), molto facile da usare. Per aprire lo Strumento di cattura, seleziona il pulsante Start, digita Strumento di cattura e quindi selezionalo nei risultati della ricerca.

Per creare uno screenshot, seleziona Nuovo, quindi seleziona la parte della schermata che vuoi catturare. Puoi scegliere di creare catture in formato libero, rettangolari, di finestra o di schermo intero usando la freccia sul pulsante Nuovo.
snippingtool-men%C3%B91.jpg

Dopo aver creato la cattura puoi disegnarci sopra con le penne predefinite, salvarla, copiarla o inviarla tramite e-mail.

Ma che differenza c’è tra il tasto Stampa e lo Strumento di cattura?
Il primo permette di fare screenshot in maniera istantanea, ma richiede poi qualche secondo in più per salvarli (bisogna incollare lo screenshot su qualche programma che accetti immagini); Il secondo invece richiede più tempo per fare lo screenshot (bisogna prima avviare il programma e selezionare l’area voluta) ma permette di salvare l’immagine in maniera rapida una volta selezionata l’area voluta.
Il tasto Stampa e la combinazione Alt-Stampa svolgono la stessa funzione ma il sistema si comporta in modo un po’ più carino, aprendo una finestra dove si può decidere se copiare l’immagine negli Appunti oppure in un file del quale si possono scegliere subito il nome e la localizzazione.

Ci sono vari altri modi. Cito solo quello “all’altro estremo”, preferito da chi ama controllare la Macchina scrivendo comandi espliciti, piuttosto che cliccando icone.

Si tratta di usare i tool della suite ImageMagick che consentono di fare operazioni su immagini dalla riga di comando, appunto. Per chi usa distribuzioni basate su Debian, tipo Ubuntu ma non solo:

· Verificare se nel proprio sistema esiste il package ImageMagick, ed eventualmente installarlo: sudo apt-get install imagemagick
· Poi per importare una sezione rettangolare dello schermo nel file di nome, che so, pippo.png: import pippo.png
Appare un cursore da trascinare per fare la selezione, una volta selezionato il rettangolo desiderato l’immagine finisce nel file pippo.png.

Il comando import ha un mare di opzioni possibili, come usuale per questi comandi. Io uso sempre questo, funziona molto bene.
Le tastiere delle macchine Apple sono un po’ diverse da quelle dei PC ma son tutte uguali fra loro. Un utente PC ci trova due tasti che non conosce: Command e Option, designati anche da due simboli caratteristici, che vedete nella figura qui sotto. I tasti Shift e Control (Ctrl) sono invece comuni alle tastiere dei PC. Tutti questi tasti vengono usati per creare combinazioni (tasti di abbreviazione, shortcut) che consentono di impartire comandi diretti al sistema operativo. Mac ne offre una gran varietà, molti più di Windows. Questo tipo di comunicazione con la macchina è molto gradito da chi ha problemi ad utilizzare interfaccia grafica e mouse – ipovisione, problemi di controllo del mouse. Nella figura è messa in evidenza la combinazione base che produce uno screenshot.
tasti_mac.jpg

Ecco l’elenco delle combinazioni relative agli screenshot:

· Command-Shift-3: esegue lo screenshot dello schermo e lo salva in un file sul desktop
· Command-Shift-4, consente di selezionare un’area, della quale fa poi lo screenshot che copia in un file sul desktop
· Command-Shift-4 poi uno spazio e click su una finestra: fa lo screenshot di quella finestra e lo copia in un file sul desktop
· Command-Control-Shift-3: esegue lo screenshot dello schermo e lo salva negli Appunti
· Command-Control-Shift-4, consente di selezionare un’area, della quale fa poi lo screenshot che copia negli Appunti
· Command-Control-Shift-4 poi uno spazio e click su una finestra: fa lo screenshot di quella finestra e lo copia negli Appunti

Da Mac OSX 10.5 in poi (Leopard) se si premono i seguenti tasti con le combinazioni Command-Shift-4 or Command-Control-Shift-4

· Spazio, congela la dimensione della regione selezionata e consente di spostarla tutta muovendo il mouse
· Shift, consente di riaggiustarre solo un lato della regione selezinoata
· Option, consente di ridimensionare la regione selezionata lasciandola ancorata al suo punto centrale

Anche nel Mac c’è un’applicazione che consente di catturare lo schermo. È Anteprima (Preview), solitamente utilizzata per visualizzare i file in formato pdf. Si esegue lo screenshot con Archivio -> Cattura immagine dallo schermo e poi si può scegliere fra una selezione rettangolare, una sola finestra o tutto lo schermo.

Grazie di aver letto la mia guida! Se hai trovato utile/interessante questa guida il tasto del "Mi piace" si trova in basso :).
Se noti errori o pensi che abbia dimenticato qualcosa non esitare a scrivermelo nelle risposte!
La guida per Windows e per OSX la avevo già fatta io...
 
#3
La guida per Windows e per OSX la avevo già fatta io...
No, nella tua guida parli solo in maniera generica dello strumento di cattura (programma esclusiva di windows). La tua guida è piccola e poco dettagliata, non parli ne del tasto Stamp, ne di Linux , ne di OSX; ecco perchè ne ho creata una migliore e molto più dettagliata.
 
Piaciuto: YelloWSprinT76
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.