1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Aperto Programmare in PHP

Discussione in 'Programmazione' iniziata da alessandrobasi, Set 12, 2018.

  1. Cos'è il php?

    il php (Hypertext Preprocessor) è un linguaggio di programmazione che si interfaccia con l'HTML (HyperText Markup Language), ma al contrario di questo, viene interpretato ed eseguito dal server piuttosto che dal browser web, per cui non si può vedere codice php all'interno delle pagine web.

    Per programmare con il php serve un server web al cui interno sia installato il pacchetto di php. L'ultima versione attuale è 7.1

    Una volta installato il php, nella cartella destinata al server web, create un file chiamato index.php (va bene anche un altro nome, basta che abbia come estensione .php)

    una volta creato il file iniziamo con le basi di programmazione!
    (per il forum si usa il tag [PHP]<codice>[/PHP] )

    Basi di programmazione

    Per programmare il php su un file con estensione ".php" si usa il tag
    PHP:
    <?php
    {codice php}
    ?>
    Tutto quello che sta all'esterno dei due tag "<?php" e "?>" sarà mostrato all'utente, di solito si mette il codice HTML, quello all'interno dei tag è considerato codice php.

    Alla fine di ogni istruzione, come nel linguaggio C o relativi, serve un "carattere di chiusura", che indica la fine della linea di istruzioni, nel php corrisponde al punto e virgola " ; "

    Ora vediamo cosa possiamo inserire dentro i tag del php:

    Commenti
    PHP:
    //commento su una linea
    {codice//altro tipo di commento su una linea

    /*
    commento
    su più linee
    */
    I commenti sono parti di codice che il server ignorerà, si usa le doppie barre (slash - /) per creare un commento
    per creare più linee di commento basterà usare la dicitura "/*" è per aprire e "*/" per chiudere


    Variabili di qualsiasi tipo
    PHP:
    $nome_variabile
    mettendo il simbolo del dollaro ($) e successivamente un nome, è possibile creare una variabile di qualsiasi tipo, infatti non è necessario esprimere il tipo di dato che deve contenere:
    PHP:
    $variabile_numerica 1;
    $variabile_stringa "testo";
    $variabile_booleana true;
    il codice capirà da solo che tipologia di variabile è. Da notare il ponto e virgola alla fine di ogni istruzione.


    Stampare su schermo
    PHP:
    echo "ciao mondo!";
    scrivendo "echo" e successivamente inserire un testo con delle apicette " ", se si visita la pagina creata, verrà mostrato il testo scritto all'interno delle apicette, in questo caso verrà mostrata la scritta: ciao mondo!
    Se si vogliono stampare a schermo una o più variabili, sarà necessario usare la seguente dicitura:
    PHP:
    echo "variabile_numerica corrisponde a ".$variabile_numerica;
    Scritto così, verrà mostrato: variabile_numerica corrisponde a 1.


    Ecco invece alcune strutture di codice che sono presenti anche in altri linguaggi, php compreso:

    IF
    PHP:
    if( {SE VERO} ){
    {
    codice}
    }
    Se la condizione dentro le parentesi risulta vera (true) allora esegue il codice al suo interno

    ELSE
    PHP:
    if( {SE VERO} ){
    {
    codice}
    }
    else{
    {
    codice}
    }
    Se la condizione all'interno delle parentesi non risulti vera, il programma eseguirà il codice contenuto dentro l'else

    FOR o WHILE
    PHP:
    for( {stato iniziale}; {condizione di uscita}; {incremento}){
    {
    codice}
    }


    while({
    condizione di uscita}){
    {
    codice incremento}
    }
    Queste due funzioni eseguono il codice al loro interno finché la condizione d'uscita li interrompe.

    Nel for ci sono 3 argomenti, lo stato iniziale, la condizione d'uscita e l'incremento, questi argomenti lavorano l'uno per l'antro:
    nel primo argomento si imposta una variabile che servirà per la condizione d'uscita,
    nel secondo argomento si decide quando far terminare il ciclo,
    nel terzo argomento si esegue un'azione, di solito un incremento di una variabile, ad ogni termine di un ciclo.

    Nel while c'è solo la condizione d'uscita come argomento. Il while esegue il codice al suo interno finché la condizione è vera.
    La condizione DEVE essere influenzata dal codice all'interno del while, poiché se non si raggiungerà mai questa condizione il while eseguirà all'infinito le istruzioni contenute in lui.
    Per questo nel codice del while si usa mettere un incremento o un qualcosa che alteri la condizione d'uscita.

    (Per maggiori informazioni potete consultare php.net)
    ↓ Se avete dubbi o volete una seconda parte scrivetelo come risposta qua sotto ↓
     

Condividi questa Pagina